Il bilancio

RELAZIONE DI MISSIONE AL BILANCIO CHIUSO AL 31 DICEMBRE 2012

La Fondazione non ha fine di lucro e persegue esclusivamente finalità di solidarietà.

L’obiettivo della Fondazione è quello di fornire ai bambini affetti da gravi malattie dell’infanzia  e alle loro famiglie un tipo di assistenza che vada oltre la semplice cura medica, cioè un supporto assistenziale e psicologico “umano e a misura di bambino” con l’obiettivo finale della guarigione e di una buona qualità della vita.

Per questo motivo, la Fondazione da molti anni si impegna a migliorare le condizioni di vita dei bambini malati e delle persone che li circondano attraverso l’istituzione di borse di studio,  il miglioramento delle strutture sanitarie, l’acquisto di apparecchiature, l’impiego di equipe di psicologi, assistenti sociali, animatrici e personale infermieristico, l’organizzazione e il finanziamento di vacanze terapeutiche assistite.

RISULTATO DELLA GESTIONE AL 31 DICEMBRE 2012

Il bilancio dell’esercizio 2012 si è chiuso con un avanzo di gestione pari a Euro 77.770,12 che sarà destinato al “Fondo nuove iniziative”.

La Fondazione provvede al conseguimento dei suoi scopi principalmente mediante erogazioni liberali e contributi pubblici e privati.

PROVENTI PER ATTIVITA’ ISTITUZIONALE

I  proventi per l’attività istituzionale, di complessivi Euro 349.081,18, risultano costituiti per

la maggior parte da contributi di sostegno corrisposti da privati e aziende.

Sussistendo i requisiti previsti dalla Legge, la Fondazione, previa presentazione di apposita istanza, risulta iscritta nell’elenco dei soggetti che possono beneficiare della destinazione del 5 per mille dell’imposta sul reddito delle persone fisiche.

La voce “Raccolta Pubblica di Fondi” si riferisce ai proventi derivanti dalle attività di fundraising organizzate dalla Fondazione (bancarelle e altre manifestazioni nelle quali venivano ceduti beni di modico valore). Tali eventi, pur contribuendo in modo marginale al finanziamento dell’attività istituzionale, rappresentano un importante strumento di pubblicizzazione delle opere realizzate dalla Fondazione e di sensibilizzazione dell’opinione pubblica.

La voce proventi finanziari straordinari sono rappresentati in gran parte dalla plusvalenza derivante dalla dismissione dei titoli gestiti in regime amministrato presso un istituto bancario nazionale.

***

ONERI PER ATTIVITA’ ISTITUZIONALE

bilancio 2012

Nel corso del 2012 la Fondazione De Marchi ha garantito i punti fondamentali del nostro progetto di “Assistenza Globale”, per un importo di Euro 210.001,39,  attraverso:

istituzione di 5 borse di studio per giovani laureati in medicina per rendere

migliore la cura e l’assistenza nel Day Hospital pediatrico

finanziamento attività di ricerca finalizzate al “Progetto Talassemia: prospettive

di ricerca per la guarigione”

copertura delle spese di aggiornamento per personale medico .

disponibilità di figure di supporto psico-sociale che hanno accompagnato ed

aiutato i  piccoli pazienti e le loro famiglie

aiuti economici per famiglie disagiate di pazienti in cura presso la Clinica Pediatrica De Marchi

vacanze terapeutiche assistite in località climatiche marine per i pazienti in cura presso il reparto di oncoematologia pediatrica al fine di favorire il loro inserimento psicosociale fondamentale per raggiungere una buona qualità di vita, vero traguardo della cura di tutte le malattie croniche.

acquisto e donazione alla Clinica Pediatrica De Marchi di attrezzature e supporti

informatici  atti a migliorare le attività di diagnosi e cura delle patologie trattate

–          attività rivolte a rendere la permanenza dei piccoli pazienti e loro famiglie, presso i reparti della Clinica Pediatrica De Marchi, più gradevole possibile al fine di favorire il loro inserimento psicosociale. Tali attività sono fondamentali per raggiungere una buona qualità di vita, vero traguardo per la cura di tutte le malattie croniche.

Gli altri oneri, di complessivi Euro 61.309,67, si riferiscono a spese di natura gestionale sostenute per la raccolta fondi e l’ordinario funzionamento della Fondazione.

Rispetto allo scorso esercizio, l’incidenza di tali costi sugli oneri complessivi è rimasta sostanzialmente invariata a fronte di un aumento dei “contributi di sostegno” percepiti.